Pagine

sabato 24 settembre 2016

Ciao Libereso

libereso guglielmi
Lassù nelle mie terre di mezzo

Ciao Libereso


Eri il nostro guru del mondo delle piante. Da ragazzo giardiniere di Mario Calvino e amico del figlio Italo avevi poi preso la tua strada di botanico per il mondo. E rimanevamo incantati dalle tue parole che facevano diventare magico quel regno vegetale che era il tuo unico nutrimento.

Ci mancherai.


libereso guglielmi

libereso guglielmi

sabato 17 settembre 2016

Milano, popolandomi 2016

È tornata la festa più colorata di via Padova, autentico laboratorio partecipato di idee, progetti, relazioni. Quest'anno in più di 500 ad averci affascinato con suggestioni culturali, sociali, artistiche dalle più varie provenienze.

Al centro dell'edizione 2016 protagonisti i DIRITTI, in particolare, il diritto al rispetto. Al di là delle differenze linguistiche, religiose, di genere e costumi, un pensiero semplice e profondo che, prima d'ogni cosa, si pone come valore basilare su cui ogni giorno tante persone si sforzano di costruire relazioni in luoghi dove, gomito a gomito, in spregio a muri e frontiere, si vive, si lavora, si ama, ci si conosce.

Villa Pallavicini


Milano, popolandomi 2016

Milano, popolandomi 2016

Milano, popolandomi 2016

Milano, popolandomi 2016

Milano, popolandomi 2016

Milano, popolandomi 2016

Milano, popolandomi 2016

Milano, popolandomi 2016

Milano, popolandomi 2016

Milano, popolandomi 2016

Milano, popolandomi 2016

Milano, popolandomi 2016

Milano, popolandomi 2016

Milano, popolandomi 2016

Milano, popolandomi 2016

Milano, popolandomi 2016

Milano, popolandomi 2016
Milano, popolandomi 2016

Milano, popolandomi 2016

giovedì 15 settembre 2016

La legge del contrappasso colpisce di brutto uno sciacallo di Facebook

Selvaggia Lucarelli prende uno, uno dei tanti mentecatti che insultano la memoria della ragazza suicidatasi l'altro ieri. Non ne prende uno famoso, non prende un personaggio pubblico: prende un signor Tal dei Tali, fra le migliaia di ignobili che scrivono cose tipo "zoccola" e "te lo sei meritato", e decide di metterlo alla gogna.

Il ragionamento è: vuoi sapere cosa si prova? Bene, accomodati! Poteva segnalarlo, poteva denunciarlo. No: sceglie il contrappasso. Come all'Inferno. Il profilo e il post di questo idiota (che non è l'unico, eh: è un uomo-massa tra i tanti, ma che la Lucarelli ha deciso che doveva diventare un ESEMPIO per tutti gli altri) diventa virale, come la Lucarelli voleva.

Viene coperto di insulti, come la Lucarelli voleva. Lui scrive due goffi post di scuse, ma la gente gli scrive: "Muori! Soffri! Impiccati! Fai schifo!" Non perché lo conoscano, ma perché lui è diventato un SIMBOLO.

L'orchestra per cui suona (visto che è un musicista) scrive che prenderà provvedimenti: in altre parole, forse perderà il lavoro. Ma d'altronde è giusto: deve provare ciò che provava lei, no? E deve soffrire, ricevere il bullismo, essere vessato, deve essere rovinato, così da capire cosa si passa, come si arrivi al suicidio, perché deve fare da esempio a tutti gli altri!

Ora abbiamo fatto giustizia, no?

da facebook

mercoledì 14 settembre 2016

Charles Aznavour: nel mio prossimo disco ci sarà una canzone su quando sarò vecchio

Charles Aznavour

"Nel mio prossimo disco ci sarà una canzone su quando sarò vecchio. Ho 92 anni, c'è ancora tempo."

Le donne
C'erano quelle che volevano uscire con un personaggio conosciuto e c'erano le altre. Ho incontrato tre altre e le ho sposate. Non sono mai stato un uomo da un'avventura al giorno. Il mio matrimonio con Ulla dura da cinquant'anni e non sono mai stato meno di cinque anni con le donne con cui ho vissuto. Non sono un seduttore. Lo è forse il mio personaggio. Non io.

La semplicità
Le persone mi vogliono bene. Vado a fare la spesa al supermercato, guido l'auto, non ho lo chauffeur. Vengo dal "popolo", non ho mai perso il gusto delle abitudini semplici, della normalità.

La timidezza e la pudicizia
Sono un timido. Mi metto a nudo solo sul palco e nelle canzoni. Per il resto sono molto pudico e vecchio stile, ma senza pregiudizi di  razza, religione, censo. Nella mia famiglia, di origine armena, ci sono ebrei, musulmani, protestanti, cattolici.

Una canzone può cambiare la vita?
Molto lentamente, ma sì. Le canzoni si infilano ovunque, entrano dalle finestre, da sotto le porte, dai fori lasciati dai chiodi.

Brani presi da un'intervista apparsa sull'ultimo numero de la Lettura.

sabato 10 settembre 2016

Madonne del terzo millennio


Milano - Scattata sul bus 56 che percorre via Padova e attraversa il quartiere più multietnico della città.

E tanto per rimanere in tema domani pomeriggio sarò QUI come quell'altra volta.

Buona domenica.

Aggiunta,  13 settembre
Amanda ha scritto un bellissimo testo su questa fotografia QUI.





QUI tutte le foto del sabato.

venerdì 9 settembre 2016

Se il mandorlo è in fiore la rosa marcisce...

Questa è una delle 60 domande del test di medicina 2016. Su, al volo, qual è la risposta giusta?

test medicina 2016
E comunque voi pensate che da domande come queste si può valutare se uno sarà un buon medico o se ha la predisposizione ad esserlo?

giovedì 8 settembre 2016

Efficienza milanese

efficienza milanese

Ieri ho mandato una mail al Comune (Codice ContattaMI CAS-55692-D9W8S6) con allegata la foto sopra, indicando il punto esatto, via Adriano angolo via Brambilla, aggiungendo che quel semaforo da parecchie settimane era in quello stato. Mi è stato risposto che avevano girato la mia segnalazione agli uffici competenti.
Questa mattina sono ripassato, ci passo quasi sempre nei miei giri in bici, e il semaforo era riparato come vedete sotto.

Non so se un'uguale efficienza possa essere riscontrata a Roma. E adesso accusatemi pure che sparo sulla croce rossa.

efficienza milanese

martedì 6 settembre 2016

Renzi: toglierò le slot machine dai bar. Non ci credo

slot machine
Foto da Wikipedia

Come virus. In pochi anni si sono propagate come virus e per parecchi sono diventate virus letali queste slot machine. Non c'è luogo, tolti i cimiteri,  dove non le trovi ormai. Al mattino li vedi già lì a tentare la fortuna che non verrà mai. Certi bar hanno anche messo i separé, così il giocatore che ha vergogna non può essere visto. Che pena.

Mi sono chiesto se è più grosso il danno che queste macchinette mangiasoldi provocano alla società, con lo sconquasso di molte famiglie e annessi e connessi, o maggiore il guadagno che questo Stato ricava dalle tangenti sulle giocate. E mi sono risposto senza esitazione che è vera la prima ipotesi.

Ieri Matteo Renzi ha dichiarato che eliminerà queste famigerate slot machine. Ne avevo già parlato QUI e QUI, e quindi non ci credo se non ci vedo. Mi ricrederò volentieri quando ci vedrò.

Aggiunta  8 settembre
Ieri sera, a Porta a porta, Renzi ha cominciato a fare marcia indietro dicendo che i bar devono avere una sala apposita per le slot machine. Vedremo come va a finire.